Pubblicato da: silviasettevendemie | dicembre 25, 2010

The Tourist

Titolo originale: The Tourist

Regia: Florian Henckel von Donnersmarck

Cast: Johnny Depp, Angelina Jolie, Paul Bettany, Timothy Dalton, Steven Berkoff, Rufus Sewell, Christian De Sica, Neri Marcorè, Alessio Boni, Daniele Pecci, Raoul Bova, Nino Frassica, Giovanni Guidelli, Bruno Wolkowitch, Marc Ruchmann, Julien Baumgartner, François Vincentelli, Clement Sibony, Jean-Claude Adelin, Jean Marie Lamour, Nicolas Guillot, Mhamed Arezki, Igor Jijikine, Vladimir Orlov, Vladimir Tevlovski, Alec Utgoff, Mark Zak, Gabriele Gallinari, Riccardo De Torrebruna, Maurizio Casagrande, Iddo Goldberg, Renato Scarpa, Giancarlo Previati, Giovanni Esposito, Marino Narduzzi, Tino Giada, Bruno Bilotta, Ralf Moeller

Distribuzione: 01 Distribution, USA-Francia, 2010

Guarda il trailer

Frank Tupalo (Johnny Depp) è un professore americano in vacanza in Italia per cercare di alleviare il dolore per la scomparsa della moglie, avvenuta  tre anni prima. Sul treno che lo conduce a Venezia incontra Elise (Angelina Jolie), donna bellissima quanto misteriosa, e la sua vita non sarà più la stessa, perché all’improvviso si ritroverà coinvolto in una girandola di inseguimenti, attentati, rapimenti e arresti…

Prendete il regista talentuoso e coraggioso di Le vite degli altri, miscelate con una location da sogno quale Venezia e la sua magia, aggiungete due star del calibro di Angelina Jolie e Johnny Depp e una storia avvincente che tiene incollati allo schermo, e otterrete la ricetta perfetta per un buon thriller e soprattutto per un’alternativa ideale ai soliti cinepanettoni. Questo thriller adrenalinico, nominato ai prossimi Golden Globes come migliore Commedia o Musical,, trasporta lo spettatore per tutti  i 105 minuti della sua durata nella bellissima Venezia e lo immerge in una rete di spie, doppiogiochisti, inseguitori, inseguiti, buoni e cattivi molto difficili da distinguere e da inquadrare, dal momento che la prospettiva cambia continuamente. Una sola cosa appare certa: Frank Tupolo, tranquillo professore di matematica della provincia americana, si ritrova invischiato nella suddetta rete per puro caso, un caso che ha il nome di una donna, bellissima e pericolosa, Elise, che incontra il suo sguardo sul treno per Venezia e lo sceglie volutamente per fingere che si tratti di Alexander Pierce, l’uomo che ama ma che è scomparso da due anni, in quanto  ricercato dalla polizia di vari Paesi ma non solo  per aver sottratto svariati miliardi di euro. Così Frank in un batter d’occhio si ritrova inseguito dalla polizia e dalla malavita russa, e la sua vita sarà in costante pericolo. Il tutto però sembra quasi passare in secondo piano rispetto all’attrazione che sin dal primo sguardo sembra unirlo in modo indissolubile a Elise.

La pellicola è un’omaggio sincero alle spy-stories in stile James Bond e alle atmosfere Hitchcockiane, tra scambi di persona e continui capovolgimenti di fronte ed è un remake di una pellicola francese del 2005, Anthony Zimmer, scritto e diretto da Jérôme Salle e interpretato da Sophie Marceau e da Yvan Attal.
Sicuramente in molti storceranno il naso a questa svolta in chiave puramente intrattenitiva del regista tedesco, dopo un esordio serio e di impatto come quello di Le vite degli altri, ma cambiare direzione non significa affatto svilirsi o peggiorare, significa semplicemente sperimentare, evolversi, cercare altri canali di comunicazione.

Johnny Depp e Angelina Jolie, freschi nominati ai Golden Globes rispettivamente come Migliore Attore e Migliore Attrice in una Commedia, non danno vita sicuramente alla migliore interpretazione della loro carriera ma risultano perfetti nei loro ruoli: tanto algida, iperscrutabile, misteriosa e bellissima lei, quanto spaesato, ingenuo e confuso lui. Inoltre fa sempre piacere vedere attori nostrani in pellicole di tale levatura, anche se in ruoli marginali, come Christian De Sica, nei panni di un ispettore di polizia, Neri Marcoré in quelli del peggior receptionist della storia, Nino Frassica in quelli ormai a lui consoni di carabiniere, e poi Raoul Bova, Alessio Boni, Maurizio Casagrande, Daniele Pecci

In definitiva una pellicola avvincente, godibilissima, con due protagonisti stellari, con un regista capace e uno script che funziona.

Conclusione: Consigliatissimo.

Voto: 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: