Pubblicato da: silviasettevendemie | agosto 16, 2010

I Mercenari – The Expendables

Titolo originale: The Expendables

Regia: Sylvester Stallone

Cast:  Sylvester Stallone, Jason Statham, Jet Li, Dolph Lundgren, Eric Roberts, Randy Couture, Steve Austin, David Zayas, Giselle Itié, Terry Crews, Mickey Rourke, Bruce Willis, Arnold Schwarzenegger, Charisma Carpenter, Gary Daniels, Nick Searcy, Amin Joseph, Senyo Amoaku, Matt Medrano, Hank Amos, Aaron Aguilera, Lauren Jones

Distribuzione: 01 Distribution, USA, 2010

Guarda il trailer

Barney The Schizo” Ross (Sylvester Stallone) è un mercenario e si occupa di missioni al limite dell’impossibile con il suo fidato gruppo di colleghi/amici: il suo co-pilota Lee Christmas (Jason Statham), il silenzioso e agilissimo Ying Yang (Jet Li), il glaciale Gunnar Jensen (Dolph Lundgren), il coraggioso ed enorme Toll Road (Randy Couture) e l’amante dei fucili potenti e devastanti Hale Caesar ( Terry Crews). Alla fine di ogni missione il gruppo si ritrovano da Tool (Mickey Rourke), ex mercenario ora tatuatore. Un giorno un misterioso uomo (Bruce Willis) propone a Ross una missione a dir poco impensabile: eliminare il terribile generale Garza ( David Zayas) dittatore dell’isola di Vilena, alleatosi con un ricchissimo quanto pericolosissimo americano James Munroe ( Eric Roberts). Ross accetta l’incarico…

Amanti dei film d’azione, da quanto aspettavate un momento simile? Vedere insieme tutti, o quasi, i vostri action heroes preferiti in un’unica pellicola? Finalmente il momento è arrivato grazie a questo bel film firmato, diretto e interpretato da Sylvester Stallone. Peccato che Jean Claude Van Damme, Kurt Russell e Steven Seagal abbiano rifiutato di partecipare, ma penso che visto il successo che la pellicola sta riscuotendo negli States (più di 35 milioni di dollari solo nel primo weekend di programmazione e sicuramente avrà grande successo anche in Europa) forse finiranno per partecipare ai due sequel già annunciati.

Cosa dire di questa pellicola senza svelare troppo? Si tratta di un action movie in grande stile, con esplosioni, sparatorie, combattimenti corpo a corpo sensazionali ma correlati da dialoghi ironici e divertenti, da un ritmo serrato e da una scena soprattutto che vale da sola il prezzo del biglietto, nella quale recitano Sylvester Stallone, Bruce Willis e un appesantito e parecchio invecchiato rispetto agli altri, Arnold Schwarzenegger, una sorta di omaggio a quelli che sono stati i protagonisti assoluti degli action movies anni 80 e 90.

La pellicola vede dei protagonisti ben definiti e con dei ruoli e delle caratteristiche precise: Ross è il leader, l’uomo che non ha nulla da perdere, che si getta a capofitto in ogni missione, Lee Christmas è abilissimo con i coltelli e con i combattimenti corpo a corpo ed è il fedele secondo di Ross, Ying Yang ha  problemi con la sua altezza, un perenne bisogno di denaro ed è agilissimo e abilissimo nella pratica delle arti marziali, Hale Caesar ha una passione sfrenata per fucili e armi da fuoco devastanti, Toll Road è una vera e propria macchina da guerra, e Gunnar Jensen è il classico mercenario, glaciale e iperscrutabile. Insieme formano un team affiatato e letale. Tool è una sorta di collante, che li tiene insieme e che procaccia loro le missioni kamikaze nelle quali si gettano.

Inutile dire che l’esperienza pluriennale di Stallone nelle pellicole di genere si vede e si sente nella pellicola, perché il nostro Sly sa come muoversi e sa come dirigere il cast al meglio. A proposito del cast: ottimo davvero Jason Statham, (il migliore tra tutti),  protagonista di scene e combattimenti adrenalinici e spettacolari, lo stesso Stallone, anche se la sua faccia inizia a mostrare i segni dell’età, è autore di una bella prova, Jet Li parla poco ma è efficace  le sue mosse sono come sempre eccezionali, Dolph Lundgren, in ottima forma, smessi i panni, o meglio i guantoni, di Ivan Drago, sembra indossare di nuovo quelli de Il vendicatore, Micky Rourke ha poche battute ma molto efficaci, Eric Roberts, come al solito è l’evil di turno e lo fa in maniera molto convincente, senza sforzo (d’altronde con quella faccia non è che gli ci voglia molto impegno…), bello vedere l’ex wrestler  “Stone  Cold” Steve Austin che picchia duro senza parlare,  mentre è strano vedere il buonissimo sergente Batista della serie tv Dexter, David Zayas, in questo inedito ruolo da cattivone (ma non troppo).

In definitiva un film adrenalinico, divertente, con dei protagonisti d’eccezione.

Conclusione: Da vedere.

Voto: 7.5

Annunci

Responses

  1. Sì, sicuramente da vedere, rivedere, stravedere, Sly torna a scrivere dirigere e interpretare i suoi bellissimi film, spero che Hollywood abbia capito che Sly oltre a essere un bravissimo attore (vedi Copland); è anche un bravissimo sceneggiatore(Rocky ha vinto ben 3 Oscar!), ottimo regista e scrittore. Se Hollywood si deve svegliare, è meglio che lo faccia subito, Sly farà ancora film da lui stesso voluti come regista attore scrittore sceneggiatore produttore, Sly è il migliore!!! Ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: