Pubblicato da: silviasettevendemie | marzo 8, 2010

Oscar 2010: And the winners are…

Ieri al Kodak Theatre di Los Angeles si è svolta l’82a edizione degli Academy Awards. I padroni di casa sono stati Steve Martin e Alec Baldwin (che sembrava in forse a causa del ricovero in ospedale di qualche giorno fa), perfetti e divertenti come ci si aspettava (soprattutto nella parodia di Paranormal Activity).

A sorpresa (e con grande felicità della sottoscritta!!!) i premi che contano, ossia quello come migliore regia, come miglior film e migliore sceneggiatura originale, sono andati a Kathryn Bigelow, (prima donna a ricevere il premio come migliore regista)  regista del bellissimo The Hurt Locker, che si è aggiudicato in totale ben 6 statuette ( anche miglior montaggio, miglior montaggio sonoro e miglior suono).
Ad Avatar di James Cameron (ex marito per altro della Bigelow) vanno 3 premi “tecnici“: migliori effetti speciali, migliore scenografia e migliore fotografia.

L’Oscar come migliore attore protagonista va a Jeff Bridges, per la sua interpretazione del cantante country Bad Blake in Crazy Heart, mentre quello come migliore attrice va a Sandra Bullock per The Blind Side, unica attrice a vincere sia l’Oscar che l’anti-oscar, ossia il Razzie per la sua (dimenticabile) performance in All about Steve.
A Mo’nique (Precious) e ad un emozionatissimo Christoph Waltz (Bastardi senza gloria)  i premi rispettivamente come migliore attrice e miglior attore non protagonisti.

Up si aggiudica il premio come miglior film di animazione, mentre El secreto de sus Ojos di José Campanella si aggiudica la statuetta come migliore film straniero. L’Oscar come migliore canzone originale va a The weary kind di Ryan Bingham e T-Bone Burnett per Crazy Heart. Da notare che l’indipendente Precious si porta a casa ben due premi, quello di Mo’nique e, a sorpresa, quello come migliore sceneggiatura non originale, battendo il favorito Tra le nuvole. Infine è stato assegnato l’Oscar alla carriera a Lauren Bacall, Roger Corman, e Gordon Willis.

Qui di seguito è riportato l’elenco completo delle nomination e dei vincitori.
Prima di concludere un commento personale:  sono d’accordo con quasi tutti i premi, soprattutto con la sconfitta di Cameron perché considero Avatar uno dei film più sopravvalutati della storia: come migliore attore avrei premiato anche George Clooney, davvero notevole in Tra le nuvole, ma il premio a Jeff Bridges è meritatissimo, e forse anche lo stesso Tra le nuvole almeno la statuetta per la migliore sceneggiatura non originale avrebbe meritato di portarla a casa. Infine come miglior film straniero avrei premiato Il nastro bianco, un piccolo gioello.

Miglior film

  • The Hurt Locker (The Hurt Locker), regia di Kathryn Bigelow
  • Avatar (Avatar), regia di James Cameron
  • The Blind Side (The Blind Side), regia di John Lee Hancock
  • District 9 (District 9), regia di Neill Blomkamp
  • An Education (An Education), regia di Lone Scherfig
  • Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds), regia di Quentin Tarantino
  • A Serious Man (A Serious Man), regia di Joel ed Ethan Coen
  • Precious (Precious), regia di Lee Daniels
  • Up (Up), regia di Pete Docter e Bob Peterson
  • Tra le nuvole (Up in the Air), regia di Jason Reitman

Miglior regia

  • Kathryn Bigelow – The Hurt Locker (The Hurt Locker)
  • James Cameron – Avatar (Avatar)
  • Jason Reitman – Tra le nuvole (Up in the Air)
  • Lee Daniels – Precious (Precious: Based on the Novel Push by Sapphire)
  • Quentin Tarantino – Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)

Miglior attore protagonista

  • Jeff Bridges – Crazy Heart (Crazy Heart)
  • George Clooney – Tra le nuvole (Up in the Air)
  • Colin Firth – A Single Man (A Single Man)
  • Morgan Freeman – Invictus – L’invincibile (Invictus)
  • Jeremy Renner – The Hurt Locker (The Hurt Locker)

Migliore attrice protagonista

  • Sandra Bullock – The Blind Side (The Blind Side)
  • Helen Mirren – The Last Station (The Last Station)
  • Carey Mulligan – An Education (An Education)
  • Gabourey Sidibe – Precious (Precious: Based on the Novel Push by Sapphire)
  • Meryl Streep – Julie & Julia (Julie & Julia)

Miglior attore non protagonista

  • Christoph Waltz – Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)
  • Matt Damon – Invictus – L’invincibile (Invictus)
  • Christopher Plummer – The Last Station (The Last Station)
  • Woody Harrelson – The Messenger (The Messenger)
  • Stanley Tucci – Amabili resti (The Lovely Bones)

Migliore attrice non protagonista

  • Mo’Nique – Precious (Precious: Based on the Novel Push by Sapphire)
  • Penélope Cruz – Nine (Nine)
  • Vera Farmiga – Tra le nuvole (Up in the Air)
  • Maggie Gyllenhaal – Crazy Heart (Crazy Heart)
  • Anna Kendrick – Tra le nuvole (Up in the Air)

Miglior sceneggiatura originale

  • Mark Boal – The Hurt Locker (The Hurt Locker)
  • Quentin Tarantino – Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)
  • Alessandro Camon e Oren Moverman – The Messenger (The Messenger)
  • Joel Coen e Ethan Coen – A Serious Man (A Serious Man)
  • Pete Docter, Bob Peterson e Tom McCarthy – Up (Up)

Miglior sceneggiatura non originale

  • Geoffrey Fletcher – Precious (Precious: Based on the Novel Push by Sapphire)
  • Neill Blomkamp e Terri Tatchell – District 9 (District 9)
  • Nick Hornby – An Education (An Education)
  • Jesse Armstrong, Simon Blackwell, Armando Iannucci e Tony Roche – In the Loop (In the Loop)
  • Jason Reitman e Sheldon Turner – Tra le nuvole (Up in the Air)

Miglior film straniero

  • El secreto de sus ojos (El secreto de sus ojos), regia di Juan José Campanella (Argentina)
  • Il canto di Paloma (La teta asustada), regia di Claudia Llosa (Peru)
  • Ajami (Ajami), regia di Scandar Copti e Yaron Shani (Israele)
  • Il nastro bianco (Das weiße Band), regia di Michael Haneke (Germania)
  • Il profeta (A Prophet), regia di Jacques Audiard (Francia)

Miglior film d’animazione

  • Up (Up), regia di Pete Docter e Bob Peterson
  • Coraline e la porta magica (Coraline), regia di Henry Selick
  • Fantastic Mr. Fox (Fantastic Mr. Fox), regia di Wes Anderson
  • La principessa e il ranocchio (The Princess and the Frog), regia di Ron Clements e John Musker
  • The Secret of Kells (The Secret of Kells), regia di Tomm Moore e Nora Twomey

Miglior fotografia

  • Mauro Fiore – Avatar (Avatar)
  • Bruno Delbonnel – Harry Potter e il principe mezzosangue (Harry Potter and the Half-Blood Prince)
  • Barry Ackroyd – The Hurt Locker (The Hurt Locker)
  • Robert Richardson – Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)
  • Christian Berger – Il nastro bianco (Das weiße Band)

Miglior montaggio

  • Chris Innis e Bob Murawski – The Hurt Locker (The Hurt Locker)
  • James Cameron, John Refoua e Stephen E. Rivkin – Avatar (Avatar)
  • Julian Clarke – District 9 (District 9)
  • Sally Menke – Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)
  • Joe Klotz – Precious (Precious: Based on the Novel Push by Sapphire)

Miglior scenografia

  • Rick Carter, Robert Stromberg e Kim Sinclair – Avatar (Avatar)
  • Dave Warren, Anastasia Masaro e Caroline Smith – Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo (The Imaginarium of Doctor Parnassus)
  • John Myhre e Gordon Sim – Nine (Nine)
  • Sarah Greenwood e Katie Spencer – Sherlock Holmes (Sherlock Holmes)
  • Patrice Vermette e Maggie Grey – The Young Victoria (The Young Victoria)

Migliori costumi

  • Sandy Powell – The Young Victoria (The Young Victoria)
  • Janet Patterson – Bright Star (Bright Star)
  • Catherine Leterrier – Coco avant Chanel – L’amore prima del mito (Coco avant Chanel)
  • Monique Prudhomme – Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo (The Imaginarium of Doctor Parnassus)
  • Colleen Atwood – Nine (Nine)

Miglior trucco

  • Barney Burman, Mindy Hall e Joel Harlow – Star Trek (Star Trek)
  • Aldo Signoretti e Vittorio Sodano – Il divo (Il divo)
  • Jon Henry Gordon e Jenny Shircore – The Young Victoria (The Young Victoria)

Migliori effetti speciali

  • Joe Letteri, Stephen Rosenbaum, Richard Baneham e Andrew R. Jones – Avatar (Avatar)
  • Roger Guyett, Russell Earl, Paul Kavanagh e Burt Dalton – Star Trek (Star Trek)
  • Dan Kaufman, Peter Muyzers, Robert Habros, e Matt Aitken – District 9 (District 9)

Migliore colonna sonora

  • Michael Giacchino – Up (Up)
  • James Horner – Avatar (Avatar)
  • Alexandre Desplat – Fantastic Mr. Fox (Fantastic Mr. Fox)
  • Marco Beltrami e Beck Sanders – The Hurt Locker (The Hurt Locker)
  • Hans Zimmer – Sherlock Holmes (Sherlock Holmes)

Miglior canzone

  • The Weary Kind – Crazy Heart (Crazy Heart)
  • Almost There – La principessa e il ranocchio (The Princess and the Frog)
  • Down in New Orleans – La principessa e il ranocchio (The Princess and the Frog)
  • Loin de Paname – Paris 36 (Paris 36)
  • Take it All – Nine (Nine)

Miglior sonoro

  • Paul N.J. Ottosson e Ray Beckett – The Hurt Locker (The Hurt Locker)
  • Christopher Boyes, Gary Summers, Andy Nelson e Tony Johnson – Avatar (Avatar)
  • Michael Minkler, Tony Lamberti e Mark Ulano – Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)
  • Anna Behlmer, Andy Nelson e Peter J. Devlin – Star Trek (Star Trek)
  • Greg P. Russell, Gary Summers e Geoffrey Patterson – Transformers – La vendetta del caduto (Transformers: Revenge of the Fallen)

Miglior montaggio sonoro

  • Paul N.J. Ottosson – The Hurt Locker (The Hurt Locker)
  • Christopher Boyes e Gwendolyn Yates Whittle – Avatar (Avatar)
  • Wylie Stateman – Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)
  • Mark Stoeckinger e Alan Rankin – Star Trek (Star Trek)
  • Michael Silvers e Tom Myers – Up (Up)

Miglior documentario

  • The Cove (The Cove), regia di Louie Psihoyos
  • Burma VJ (Burma VJ), regia di Anders Østergaard e Lise Lense-Møller
  • Food, Inc. (Food, Inc.), regia di Robert Kenner e Elise Pearlstein
  • The Most Dangerous Man in America: Daniel Ellsberg and the Pentagon Papers (The Most Dangerous Man in America: Daniel Ellsberg and the Pentagon Papers), regia di Judith Ehrlich e Rick Goldsmith
  • Which Way Home (Which Way Home), regia di Rebecca Cammisa

Miglior cortometraggio

  • The New Tenants (The New Tenants), regia di Joachim Back e Tivi Magnusson
  • The Door (The Door), regia di Juanita Wilson e James Flynn
  • Instead of Abracadabra (Instead of Abracadabra), regia di Patrik Eklund e Mathias Fjellström
  • Kavi (Kavi), regia di Gregg Helvey
  • Miracle Fish (Miracle Fish), regia di Luke Doolan e Drew Bailey

Miglior cortometraggio documentario

  • Music by Prudence (Music by Prudence), regia di Roger Ross Williams e Elinor Burkett
  • China’s Unnatural Disaster: The Tears of Sichuan Province (China’s Unnatural Disaster: The Tears of Sichuan Province), regia di Jon Alpert e Matthew O’Neill
  • The Last Campaign of Governor Booth Gardner (The Last Campaign of Governor Booth Gardner), regia di Daniel Junge e Henry Ansbacher
  • The Last Truck: Closing of a GM Plant (The Last Truck: Closing of a GM Plant), regia di Steven Bognar e Julia Reichert
  • Rabbit à la Berlin (Rabbit à la Berlin), regia di Bartek Konopka e Anna Wydra

Miglior cortometraggio d’animazione

  • Logorama (Logorama), regia di Nicolas Schmerkin
  • French Roast (French Roast), regia di Fabrice O. Joubert
  • Granny O’Grimm’s Sleeping Beauty (Granny O’Grimm’s Sleeping Beauty), regia di Nicky Phelan e Darragh O’Connell
  • The Lady and the Reaper (La Dama y la Muerte) (The Lady and the Reaper (La Dama y la Muerte)), regia di Javier Recio Gracia
  • A Matter of Loaf and Death (A Matter of Loaf and Death), regia di Nick Park
Annunci

Responses

  1. Mi rendo conto di quanto sono rimasta indietro in fatto di film quest’anno, leggendo le nominations.. ne conoscerò si e no un quarto :S

  2. Mi aspettavo questa scheda:-D Non vedevo l’ora di leggerla!Pienamente d’accordo!Non ho visto tutti i film nominati,ma sono contentissima x Sandra Bullok e x il destino di “Avatar”:-) Grande tesò,ma xkè non lavori come giornalista cinematografica???!!!:-)

  3. Grazie tesò, come sempre mi sopravvaluti…:-D 😀 Magari potessi farlo!!! Sarebbe un sogno!!! 🙂 Un bacio

  4. Sognare intanto non costa nulla no?!E poi si vede che ti informi,scegli le cose migliori,cerchi di essere obiettiva e lo fai con il cuore 🙂 Il tuo è un bel blog e,visto che non sono la sola a visitarlo,non ti starò sopravvalutando così tanto,no?! 😉 Baci!!! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: