Pubblicato da: silviasettevendemie | gennaio 16, 2010

REC 2

Titolo originale: REC 2

Regia: Jaume Balalguerò,  Paco Plaza

Cast: Manuela Velasco, Leticia Dolera, Juli Fàbregas, Javier Botet, Ferran Terraza, Ana Isabel Velásquez, David Vert, Andrea Ros, Alejandro Casaseca, Jonathan Mellor, Nico Baixas, Óscar Zafra, Pep Molina, Carlos Olalla, Pablo Rosso, Pep Sais, Martha Carbonell, Claudia Font,  Raul Moya Juarez

Distribuzione: Sony Pictures, Spagna, 2009

Guarda il trailer

La pellicola racconta i fatti immediatamente successivi alla fine del primo capitolo. La polizia presidia il condominio infetto e nel frattempo un gruppo di militari appartenenti alle forze speciali armati fino ai denti e dotati di telecamere sui loro caschi,  fa irruzione nello stesso assieme ad un medico, il dottor Owen (Jonathan Mellor)  per controllare la situazione…

Errare è umano, perseverare è diabolico.  Meritavo di rimanere delusa: ho visto REC quando è uscito e non mi aveva  entusiasmato, ho voluto poi guardare anche il suo remake made in USA firmato da John Eric Dowdle, Quarantena, che si è rivelato la brutta copia del primo (il che é tutto dire….) e ora che esce il secondo capitolo della saga cosa faccio? Non resisto e vado a vederlo… Forse sono masochista, forse speravo in un film migliore dei precedenti… Comunque il risultato finale è questo: ennesima delusione…

I fatti si svolgono 15 minuti dopo gli avvenimenti narrati nel primo: non si hanno notizie dall’interno del palazzo e allora viene inviato un gruppo delle forze speciali a fare un controllo assieme ad un medico inviato dal Ministero della Sanità che di fatto guida l’operazione. Ben presto gli uomini si accorgono dell’incubo nel quale hanno fatto appena il loro ingresso. Contemporaneamente tre ragazzi armati di videocamera, in vena di bravate, riescono a fare il loro ingresso nel condominio dai sotterranei…

L’unica novità di questa pellicola è data dall’introduzione di “punti di vista” diversi: infatti, mentre nel primo REC la telecamera che mostrava i fatti era una, quella del cameraman della reporter televisiva Angela Vidal ( Manuela Velasco), in questo film abbiamo la visuale che spazia tra le videocamere dei soldati della task force e la handycam dei ragazzi. Detto questo, la noia e le incongruenze non mancano, con il risultato finale di una pellicola tutt’altro che soddisfacente.

In definitiva, una pellicola approssimativa che tenta a mio avviso di sfruttare (in malo modo!)  il successo del primo capitolo.

Conclusione: Da evitare.

Voto: 4

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: