Pubblicato da: silviasettevendemie | gennaio 15, 2010

Sherlock Holmes

Titolo originale: Sherlock Holmes

Regia: Guy Ritchie

Cast: Robert Downey Jr., Jude Law, Rachel McAdams, Mark Strong, Kelly Reilly, Hans Matheson, Eddie Marsan, James Fox, Bronagh Gallagher, Robert Stone, William Hope, Robert Maillet, William Houston, David Garrick, Terry Taplin, Geraldine James, James A. Stephens, Joe Egan

Distribuzione:  Warner Bros Italia, USA- Gran Bretagna- Australia, 2009

Guarda il trailer

Sherlock Holmes (Robert Downey Jr.) e il suo fido amico, il dr. John Watson (Jude Law), collaborano con Scotland Yard e l’ispettore Lestrade (Eddie Marsan)  per catturare l’oscuro e pericoloso Lord Blackwood (Mark Strong). Il criminale è infine catturato e assicurato alla giustizia. Tuttavia, qualche giorno dopo la sua impiccagione, Lord Blackwood sembra miracolosamente resuscitato e una serie di misteriosi omicidi a lui legati gettano nel panico Londra. Tra intrighi, complotti, sette segrete, magia e illusioni i due cercheranno di fermarlo prima che sia troppo tardi…

Premetto che  Sherlock Holmes, l’investigatore creato dalla penna di sir Arthur Conan Doyle, è uno dei miei personaggi letterari preferiti da sempre, quindi confesso che guardavo con preoccupazione a questa versione corretta e rivisitata firmata da Guy Ritchie. Invece devo ammettere di essere rimasta folgorata da questa pellicola: avvincente, ironica, dissacratoria, dark, divertente, realmente ben fatta. Guy Ritchie è decisamente tornato: sin da Rock’n Rolla si intuiva che le cose stavano cambiando per il regista britannico, e questo film ne è l’ulteriore dimostrazione. Un  grandissimo successo ai botteghini di tutto il mondo, che segna di fatto il risveglio di Ritchie dal torpore degli ultimi anni. Coadiuvato dalla sceneggiatura di Anthony Peckham, tratta dalla graphic-novel di Lionel Wilgram, il regista può sbizzarrirsi in tutte quelle cose per cui è famoso: rallenty, uso sapiente della telecamera, scazzottate, azione.

Lo Sherlock Holmes che vediamo nella pellicola è totalmente diverso dalle pellicole precedenti e dalle pagine di Conan Doyle: è un antieroe,un po’ dottor House, un po’ Dylan Dog,  bohémien, ingegnoso, trasformista, stravagante, eccentrico,  dal grandissimo acume, un ottimo combattente, ironico, dalla battuta pronta, violinista discutibile, ma indiscutibilmente di grande fascino, grazie alla magistrale interpretazione di Robert Downey Jr., che si mette totalmente a servizio del suo personaggio. E cosa dire dell’inedita versione del dottor Watson? Abile combattente, fida spalla di Holmes con il quale condivide oneri e onori, in procinto di sposarsi e trasferirsi dal famoso 221 B di Baker Street, provocando il risentimento e la gelosia del suo amico. Jude Law è perfetto nel ruolo e i due attori insieme funzionano molto bene, hanno una tale intesa e catalizzano a tal punto l’attenzione da mettere un po’ in ombra gli altri personaggi, in primis il perfido Lord Blackwood, interpretato dal sempre più lanciato Mark Strong, e Irene Adler, interpretata dalla bella Rachel McAdams, ladra doppiogiochista, vecchia conoscenza di Holmes…

Il film lascia presagire un seguito (si parla già di ben due pellicole) e Brad Pitt si è candidato ufficialmente ad interpretare il cattivissimo professor Moriarty, il nemico giurato di Holmes. Vedremo se sarà nella nuova pellicola…

In definitiva un film molto divertente e avvincente.

Conclusione: Da vedere.

Voto: 8.5

Annunci

Responses

  1. Robert Downey Jr ha confermato il sequel che non vedo l’ora di vedere. ho trovato il film geniale: oltre a qualche riferimento preciso (il pugilato, la depressione) l’ ho trovato molto vicino nello spirito a doyle.
    L’unica pecca: il rapporto con il genere femminile: completamente assente nell’originale.

  2. Concordo in pieno: lo Sherlock Holmes di Doyle appare quasi misogino effettivamente, o comunque troppo preso dalle sue indagini per “lasciarsi distrarre”da una donna…
    Anch’io non vedo l’ora di vedere il sequel e sarei davvero curiosa di vedere Brad Pitt nei panni del professor Moriarty 🙂 🙂
    Il film mi è piaciuto proprio perché trovo che non faccia storcere il naso agli amanti del personaggio di Doyle, al contrario ad esempio di pellicole come “La leggenda di Beowulf” che a dir poco indignano chi ha studiato il testo originale e lo ha amato…
    Grazie mille per il tuo commento! A presto!

  3. […] cosa dire di Robert Downey Jr., vincitore del premio come Miglior attore in una commedia per Sherlock Holmes? Bravissimo, interpretazione molto riuscita, ma perché non premiare un giovane davvero […]

  4. oh tesò finalmente lo hai visto 🙂 Io sinceramente ancora non riesco a capire se mi è piaciuto o no…X carità,atmosfere stupende,attori bravissimi,girato alla perfezione,ma anche se non ho letto nulla sul protagonista,mi aspettavo qualcosa di+serio e forse+cupo!Cmq la fine mi pare anche un pò troncata e come dici tu,lascia presagire un’altra puntata…:-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: