Pubblicato da: silviasettevendemie | dicembre 22, 2009

Precious

Titolo originale: Precious: Based on the Novel Push by Sapphire

Regia: Lee Daniels

Cast:  Gabourey ‘Gabby’ Sidibe, Mo’Nique (Monique Orban), Paula Patton, Mariah Carey, Lenny Kravitz, Sherri Shepherd, Nealla Gordon, Stephanie Andujar, Amina Robinson, Chyna Layne, Xosha Roquemore, Angelic Zambrana, Nia Fraser

Distribuzione: Lionsgate,  USA, 2009

Guarda il trailer

Harlem, 1987. Claireece “Precious” Jones ( Gabourey ‘Gabby’ Sidibe) è una ragazza di 16 anni con una vita infernale: la madre (Mo’Nique) la picchia e la maltratta e il padre la violenta da quando era una bambina. Dalle sue violenze è nata Monga, una bimba affetta dalla sindrome di Down e affidata alla nonna della ragazza. Quando a scuola si scopre che la ragazza è di nuovo incinta, questa viene cacciata. Tuttavia, la direttrice (Nealla Gordon)  le segnala una scuola per ragazzi con problemi sociali. Qui Precious impara a leggere e a scrivere e soprattutto che esiste un mondo diverso rispetto all’orrore della sua casa, un mondo “normale”, fatto di piccole gioie e affetto vero…

La famosissima Oprah Winfrey, regina del talk a stelle e strisce nonché una delle donne più ricche e influenti degli Stati Uniti, attraverso la Harpo Production (di sua proprietà), in collaborazione con la 34th Street Films di Tyler Perry, ha prodotto questo bellissimo film, dedicato, come si legge prima dei titoli di coda, alle “precious girls everywhere“.

Il regista Lee Daniels dirige questa storia triste e dolorosa, tratta dal romanzo del 1996, Push- La storia di Precious Jones, di Sapphire,  la storia di una ragazzina obesa e apparentemente ritardata, che alla sua età presenta ancora gravi problemi a leggere e a scrivere, che non si lamenta mai, subisce le prese in giro dei compagni, le vessazioni e le percosse della madre e le violenze a carattere sessuale del padre, senza dire una parola, senza sfogarsi con nessuno. La sua unica consolazione mentre tutto intorno a sè diventa orrendo e crudele, mentre viene picchiata o violentata, è data dall’immaginarsi bella, famosa, ricca, amata e fotografata da tutti, attrice o cantante, sicura di sé e lontana dall’inferno che sta vivendo.  Quando si scopre che è di nuovo incinta, la madre non riesce a trattenere la rabbia, accusandola paradossalmente di averle “rubato l’uomo” e peggiorando i suoi soprusi e le violenze nei suoi confronti. La direttrice della scuole da lei frequentata le consiglia una scuola per ragazzi con problemi sociali, che Precious inizia a frequentare tra mille difficoltà. La sua insegnante, la signorina Rain (Paula Patton), intuisce sin dall’inizio che c’è qualcosa che non va nella ragazza e decide di aiutarla e di seguirla nel suo percorso di studi ma anche e soprattutto di vita, grazie anche all’aiuto di un’assistente sociale, la signora Weiss (Mariah Carey). 

Il ruolo complesso e intenso della giovane protagonista è affidato all’esordiente  Gabourey ‘Gabby’ Sidibe, che dà vita a un personaggio tenero, dolce, indifeso, ma che dimostrerà una forza e un coraggio impensati per proteggere ciò che ama, ma la vera sorpresa è Mo’Nique, bravissima e molto credibile nel ruolo della perfida madre-aguzzina di Precious, uno dei peggiori villain della storia del cinema. Da notare inoltre la presenza di due cantanti famosissimi come Mariah Carey, nei panni dell’assistente sociale decisiva per la vita della ragazza, e Lenny Kravitz, nei panni di un dolce infermiere che stringerà un rapporto di amicizia con la sfortunata ragazza in occasione del suo secondo parto.

La pellicola è stata presentata al Sundance Film Festival dove ha ottenuto 3 riconoscimenti: il Premio del pubblico, il Gran Premio della Giuria e il Premio Speciale della Giuria per la migliore interpretazione drammatica, andata a Mo’Nique. Lo scorso maggio è stata  presentata al Festival di Cannes, nella sezione Un certain regard, ottenendo giudizi molto positivi, lunghi applausi e una standing ovation. Inoltre la pellicola ha ricevuto ben 3 nominations ai Golden Globes 2010: Miglior film drammatico, Migliore attrice protagonista e Miglior attrice non protagonista (Mo’Nique). La strada verso gli Oscar appare quanto mai spianata…

In definitiva una pellicola commovente e delicata, con un cast davvero all’altezza dell’arduo compito.

Conclusione: Imperdibile.

Voto: 9

Annunci

Responses

  1. […] andati rispettivamente a Christoph Waltz per Bastardi senza gloria e a Mo’Nique per Precious, superbi entrambi. Come Migliore attrice in una commedia si assicura il premio la sempre […]

  2. […] ossia il Razzie per la sua (dimenticabile) performance in All about Steve. A Mo’nique (Precious) e ad un emozionatissimo Christoph Waltz (Bastardi senza gloria)  i premi rispettivamente come […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: