Pubblicato da: silviasettevendemie | novembre 17, 2009

2012

Titolo originale: 2012  

Regia: Roland Emmerich

Cast: John Cusack, Chiwetel Ejiofor, Amanda Peet, Oliver Platt, Thandie Newton, Danny Glover, Woody Harrelson, Morgan Lily, George Segal, John Billingsley, Jimi Mistry, Thomas McCarthy, Patrick Bauchau, Anne Mae Routledge, Liam James, Johann Urb, Chin Han,  Beatrice Rosen, Agam Darshi, Patrick Gilmore, Eve Harlow, Alex Zahara, Zlatko Buric, Alexandre Haussmann, Philippe Haussmann.

Distribuzione: Sony Pictures, USA Canada, 2009

Guarda il trailer

Nel 2009, in un centro di ricerca indiano situato nelle profondità di una miniera di rame, viene rilevata un’improvvisa variazione dell’emissione dei neutrini solari e il conseguente surriscaldamento del nucleo terrestre. La scoperta viene studiata dal giovane scienziato Adrian Helmsley (Chiwetel Ejiofor), che avverte il capo dello staff del Presidente americano, Carl Arnheuser (Oliver Platt). L’intero pianeta è a rischio distruzione e occorre ideare un piano di evacuazione di cui la popolazione è totalmente all’oscuro. Quando il mantello terrestre inizia a fondere e terremoti e crepe di enormi dimensioni iniziano ad affliggere la California, Jackson Curtis (John Cusack), scrittore si romanzi di fantascienza di scarso successo e autista di un ricco uomo d’affari russo, Yuri Karpov (Zlatko Buric), grazie all’aiuto del pazzo conduttore radiofonico Charlie Frost (Woody Harrelson), scopre la terribile verità che i governi di tutto il mondo stanno nascondendo e cerca ad ogni costo di salvare la propria famiglia da una fine che appare di fato inevitabile…

Roland Emmerich ci ha abituato a immani catastrofi globali, con Indipendence Day e The day after tomorrow. In questa pellicola il regista e sceneggiatore fa riferimento ad una profezia del calendario Maya, secondo la quale il mondo finirà il 21 dicembre 2012 e racconta attraverso effetti speciali spettacolari  la ribellione e l’accanimento totale della natura nei confronti di un’umanità inerme e impreparata alla catastrofe.  In realtà questo possibile epilogo della situazione instabile del nostro pianeta era già noto alle alte sfere di tutto il mondo, che hanno già provveduto a mettere al sicuro capolavori di inestimabile valore, come La Monna Lisa di Leonardo e che stanno facendo costruire delle enormi Arche di Noé i cui biglietti costano cifre esorbitanti e di cui pochissime e fidatissime persone sono informate.  Charlie Frost, conduttore radiofonico schizzato e apparentemente inaffidabile parla da mesi alla sua radio di questa congiura nei confronti dell’umanità, ma nessuno sembra dargli ascolto. Lo stesso Jackson Curtis, che lo ha conosciuto durante una gita con i suoi due figli al parco di Yellowstone, non sembra dare peso alle sue farneticazioni. Ma quando scopre che uno degli scienziati della NASA che lo ha aiutato durante la stesura del suo romanzo “Addio Atlantide” è morto in circostanze misteriose ed è solo uno l’ultimo di una lunga serie di morti non chiare tra personalità scientifiche eminenti, inizia a fidarsi dell’uomo e decide di portare la sua famiglia in Cina, dove stanno per essere ultimate le grandi arche di Noé per salvare pochissimi fortunati possessori del biglietto.

La trama non è sicuramente originalissima e il suo impianto rimanda alle due pellicole catastrofiche precedenti di Emmmerich, ma gli effetti speciali sono davvero stupefacenti e valgono da soli il prezzo del biglietto. Se poi aggiungiamo la buona performance di John Cusack, che dopo il ruolo intenso e drammatico di padre vedovo di guerra in Grace in Gone, qui interpreta un papà coraggiosissimo disposto a tutto per salvare i figli Noah (Liam James) e Lilly (Morgan Lily) e l’ex moglie Kate (Amanda Peet) di cui è palesemente ancora innamorato, e l’ottima prestazione di Woody Harrelson, una vera Cassandra (molto sui generis!!) della situazione,  e di Chiwetel Ejiofor, scienziato dal cuore d’oro che una volta scoperto il piano di evacuazione si adopererà per garantire l’accesso a più persone possibili, aiutato dalla bella figlia del presidente americano, interpretata da Thandie Newton.

In definitiva, una pellicola spettacolare e che fa riflettere su una serie di aspetti e di temi.

Conclusione: Assolutamente da vedere.

Voto: 8

Annunci

Responses

  1. […] a fare quello che si sa fare meglio, e i due fratelli sono dei maghi degli effetti speciali (300, 2012, Iron Man 2 solo per citarne alcuni)… Incolpevole il cast, che cerca di fare il possibile per […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: