Pubblicato da: silviasettevendemie | giugno 21, 2009

Uomini che odiano le donne

Titolo originale: Män Som Hatar Kvinnor

Regia: Niels Arden Oplev

Cast: Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Lena Endre, Sven-Bertil Taube, Peter Haber, Peter Andersson, Marika Lagercrantz, Ingvar Hirdwall, Björn Granath, Ewa Fröling, Per Oscarsson, Michalis Koutsogiannakis, Annika Hallin, Sofia Ledarp, Thomas Köhler, Stefan Sauk, Gösta Bredefeldt, Reuben Sallmander, David Dencik, Georgi Staykov, Gunnel Lindblom.

Distribuzione: BIM, Svezia- Danimarca, 2009

Guarda il trailer

 

Quarant’anni fa Harriet Vanger è scomparsa da una riunione di famiglia sull’isola abitata dal potente clan dei Vanger, che ne sono anche i proprietari. Benché il corpo della donna non sia mai stato ritrovato, lo zio è convinto che sia stata assassinata e che l’autore del delitto sia un membro della sua stessa famiglia. Per indagare sull’accaduto, lo zio assume il giornalista economico in crisi Mikael Blomkvist (Michael Niqvist) e la hacker tatuata e senza scrupoli Lisbeth Salander (Noomi Rapace).  I  due investigatori cominciano a dipanare una storia familiare oscura e sconvolgente. Ma i Vanger sono gelosi dei loro segreti, e Blomkvist e Salander scopriranno di cosa siano capaci per difenderli…
Grande responsabilità quella di Niels Arden Oplev: quella di portare sullo schermo il caso letterario dell’anno, “Uomini che odiano le donne“, primo capitolo della cosiddetta “Millennium Trilogy“, creazione di Stieg Larsson, purtroppo scomparso prima di assaporarne il successo.
Il suo compito è reso ancora più arduo perché trattandosi di una trilogia, bisogna concentrarsi sui personaggi, presentarli per bene preparando il pubblico ai capitoli successivi, interessare il pubblico a seguire la loro storia e le avventure successive.
Devo dire che Niels Arden Oplev, considerando i mezzi limitati e la grande responsabilità, riesce a fare un buon lavoro, e grande merito va dato all’azzeccatissima scelta degli attori protagonisti: Michael Nyqvist nei panni di Mikael Blomkvist, giornalista  d’assalto, pronto a tutto pur di arrivare alla verità e sempre in prima linea, la cui carriera è messa a rischio perché ha pestato i piedi ad un ricco quanto ambiguo uomo d’affari, e che accetta l’invito di Henrik Vanger (Sven-Bertil Taube) di indagare sulla scomparsa, avvenuta 40 anni prima, della nipote preferita Harriet; e poi lei, Noomi Rapace, assolutamente perfetta nel ruolo di Lisbeth Salander, hacker punk, androgina, misteriosa e dal passato oscuro, che lavora per la società di sicurezza Milton Security. Molti critici hanno scritto che è riuscita a trasformare se stessa fino a diventare il suo personaggio, ed è proprio vero.
Proprio indagando su Blomkvist, sbirciando furtivamente sul suo pc, scopre la usa indagine e decide di aiutarlo. Sarà un viaggio torbido e pieno di verità nascoste e crimini celati tra le mura della ricchissima famiglia Vanger.
Unico limite che ho riscontrato nella pellicola è l’eccessiva lunghezza, più di 2 ore, con un finale tirato troppo per le lunghe tanto da diventare quasi noioso…
In definitiva una bella pellicola, tenuto conto del budget limitato e del confronto con un libro così amato dal pubblico.
Non ci resta che aspettare i capitoli successivi, La ragazza che giocava con il fuoco, e La regina dei castelli di carta, nelle sale tra il 2009 e il 2010, per vedere se  riusciranno a mantenere lo stesso livello del primo.
Conclusione: Consigliatissimo.
Voto: 7.5
Annunci

Responses

  1. Scusa,ma non sono riuscito a trattenere il mio commento su quella che definisci un`azzeccatissima scelta dei personaggi.
    Mi trovo pienamente daccordo sulla discreta realizzazione del film, tenendo conto del budget, e confermo che la Lisbeth della pellicola é un vero capolavoro d’ interpretazione, ma mi chiedo dove abbiano trovato lui…il famoso Mikael B.
    E non parlo solo dell’aspetto fisico ( nel libro risulta esser un piacente ed affascinante uomo…nel film lasciamo perdere!!!! ); ma anche nel recitare lascia veramente allibiti: ha solo due espressioni..e sono generoso!!..sembra l’ispettore Derrick!!!!
    …l’occhio vuole la sua parte,ma soprattutto la mente: se leggi il libro e poi vedi il film hai già una tua opinione in merito anche all’aspetto dei personaggi…e di questo non si può non tener conto nella realizzazione di un capolavoro…soprattutto se si tratta di una trilogia!!!

  2. Ciao! Innanzitutto grazie per aver visitato il mio blog e per il tuo commento.:-)
    Ti dirò che avendo letto il libro, anch’io Mikael lo avevo immaginato decisamente diverso:-) 🙂 Io, i tenendo conto anche del fatto ke si tratterà di una trilogia, come ben dici, avrei scelto una tipologia completamente diversa di attore e di fisicità…
    Però devo dire che Michael Nyqvist non mi dispiace affatto come scelta. Un po’ troppo limitato nelle espressioni forse, ma l’ho trovato intenso…

    • Visitare il blog è stato un piacere: intuibile nella navigazione e privo di eccessivi rimandi inutili come spesso accade.
      bene. pur rimanendo della mia opinione sulla improponibile “facies sfinge” di Mikeal, e non riuscendo purtroppo a scorgere, come te, il suo lato intenso, mi limiterò a leggere il secondo bel libro immaginandomelo diverso.
      Il prox anno andrò a vedere il proseguo del film al cinema chiudendo gli occhi quando compare lui!hihihihihih
      ps. sicura che la sua profondità non sia frutto del suo sguardo vacuo!???!…aahahahahah che crudele!

  3. Grazie mille!!! I tuoi complimenti mi fanno molto piacere!
    Anch’io non vedo l’ora di leggere il secondo libro!
    Comunque, pur restando della mia opinione, devo ammettere che forse l’intensità dell’attore è un po’ dovuta a una certa vacuità del suo sguardo…:-D 😀
    Buona giornata!!!

  4. […] anno dopo gli eventi narrati in Uomini che odiano le donne, un giovane giornalista free-lance, Dag Andersson (Hans Christian Thulin), sta per pubblicare su […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: