Pubblicato da: silviasettevendemie | maggio 19, 2009

Nemico Pubblico N.1-L’ora della fuga

Titolo originale: L’Ennemi Public n.1

Regia: Jean-François Richet

Cast: Vincent Cassel, Ludivine Sagnier, Gérard Lanvin, Samuel Le Bihan, Mathieu Amalric, Olivier Gourmet, Georges Wilson, Michel Duchaussoy, Myriam Boyer, Alain Doutey, Anne Consigny, Laure Marsac,  Alain Fromager,

Distribuzione: Eagle Pictures, Francia-Canada, 2009

Guarda il trailer

 

Jacques Mesrine (Vincent Cassel) torna in Francia, dopo anni di esilio in Canada. Qui si allea con Michel Ardouin( Samuel Le Bihan), un  killer soprannominato “La portaerei”,  e insieme mettono in atto una serie di rapine nelle banche francesi. Arrestato dal commissario Broussard (Olivier Gourmet), Mesrine fa amicizia con l’astuto François Besse (Mathieu Amalric), e insieme mettono in atto un geniale piano per evadere e compiono vari crimini insieme. Grazie all’impresa diventa una celebrità, scrive un’autobiografia, sfrutta i media a suo vantaggio e cerca di dipingersi come un estremista di sinistra grazie all’aiuto di Charlie (Gérard Lanvin) portavoce della sinistra. Tuttavia, la polizia francese e alcuni suoi vecchi “amici” sono sulle sue tracce e vogliono fermarlo una volta per tutte…

Nemico Pubblico N.1- L’istinto di morte  era stata davvero una pellicola ben realizzata e questa seconda parte non è affatto da meno, anzi. Jean- François Richet si supera e realizza un film adrenalinico, appassionante, dal ritmo serrato, il cui mattatore unico e insuperabile è un Vincent Cassel strepitoso, ingrassato ben 20 kg per vestire i panni di Mesrine in questa seconda parte.  L’ora della fuga vede emergere altri aspetti e sfaccettature del Nemico pubblico n.1 che si erano solo intraviste nella prima parte, in primis il desiderio di fama e gloria di Mesrine, che ama essere alle luci della ribalta, sui giornali o alla tv: bellissima la scena nella quale lui appena tradotto in carcere, si indigna perché in prima pagina sui quotidiani è riportata la notizia del colpo di Stato di un “certo Pinochet” e non la notizia del suo avvenuto arresto.

E’ un personaggio sicuramente spietato, un criminale, ma ha una sua etica e dei suoi valori, e li afferma apertamente quando può farlo, ad esempio in tribunale, mentre si difende dalle accuse del giudice.  Il suo amore per il successo e la fama lo porta a scrivere un’autobiografia romanzata, nella quale si autoaccusa di molti più crimini di quelli effettivamente commessi, e a sacrificare tutto, in primis la sua famiglia, poi la sua stessa incolumità, cercando colpi sempre più sensazionali e rischiosi, fughe rocambolesche e romanzesche.  Il suo obiettivo è distruggere il sistema e per questo si avvicina alla sinistra estremista e pensa ad un’eventuale alleanza con le Brigate Rosse. Tuttavia la polizia è decisa a fermarlo in tutti i modi e così si arriva  alla scena finale del film, che riprende la scena inziale del primo capitolo, semplicemente da antologia.

Inutile dire che Vincent Cassel, in questo secondo capitolo, metta in ombra i suoi colleghi, ancor più se è possibile che nella prima parte: semplicemente giganteggia, in una delle sue migliori performance di sempre. Eppure il cast non è affatto di scarso livello, anzi, ci sono comprimari molto quotati e importanti, in primis Mathieu Amalric, lo stupendo protagonista de Lo Scafandro e la Farfalla,  nel ruolo di François Besse, compagno di fuga e di crimini di Mesrine, ma anche Ludivine Saigner bella e pluripremiata attrice francese,  nel ruolo di Sylvia Jeanjacquot , l’ultima compagna di Mesrine, Gérard Lanvin nel ruolo di Charlie Bauer,  Samuel Le Bihan e Olivier Gourmet, solo per citarne alcuni.

In definitiva, una pellicola imperdibile. Mi dispiace che il nostro Paese non abbia saputo apprezzarla  appieno e quanto avrebbe meritato,  così com’era accaduto già alla prima parte… Ci sarebbe molto da scrivere a tal proposito, ma mi impongo di tacere…

Conclusione: Assolutamente da vedere.

Voto: 9

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: