Pubblicato da: silviasettevendemie | febbraio 9, 2009

Il Dubbio

Titolo originale:  Doubt

Regia: John Patrick Shanley

Cast: Meryl Streep, Philip Seymour Hoffman, Amy Adams, Viola Davis, Lloyd Clay Brown,  Megan Clark, Lydia Jordan, Alice Drummond, Audrie J.Neenan, Susan Blommaert, Carrie Preston, John Costelloe, Michael Roukis, Haklar Dezso, Frank Shanley, Robert Ridgell, Joseph Foster

Distribuzione: Walt Disney Pictures, USA, 2008

Guarda il trailer

 

New York, 1964. Il collegio della parrocchia di St. Nicholas, nel Bronx, ha al suo centro due forti personalità:  Padre Flynn (Philip Seymour Hoffman), il parroco, un innovatore che cerca di sostenere gli allievi più in difficoltà e, in particolare, l’unico studente di colore della scuola, Donald Miller (Joseph Foster). L’altro rigido pilastro della comunità è Sorella Aloysius Beauvier (Meryl Streep), la superiora dell’ordine le cui consorelle insegnano nell’istituto. Sorella Aloysius è una strenua conservatrice dell’ordine e del rigore e spaventa a morte tutti gli allievi. Un giorno però, in seguito ad alcune osservazioni sul comportamento di Donald riferitele dalla più giovane e candida delle suore, Sorella James (Amy Adams), comincia a nutrire il dubbio che le attenzioni di Padre Flynn per il ragazzo non siano solo altruistiche…

Cosa accade quando il dubbio si insinua nella mente di una persona?
John Patrick Shanley lo mostra in modo esemplare in questa pellicola.
Bertold Brecht diceva: “Di tutte le cose sicure la più certa è il dubbio” e questo è il centro della pellicola.

Padre Flynn è un personaggio particolare, anticonformista, nel rigido e iperconservatore collegio si St. Nicholas: vuole introdurre novità, segue personalmente i ragazzi, soprattutto uno, Donald Miller, l’unico ragazzo di colore della scuola, oggetto di scherno degli altri studenti. Lui vede il potenziale del ragazzo e vuole aiutarlo. Ma si tratta solo di filantropia e amore per il prossimo o c’è dell’altro? Perché il ragazzino dopo essere stato chiamato in canonica dal parroco torna in classe da sorella James e ha uno strano atteggiamento e il suo alito sa di alcol?
E perché padre Flynn infila di soppiatto la maglia del ragazzo nel suo armadietto?
Sorella Aloysius Beauvier inizia a sospettare e invita le sue consorelle a tenere gli occhi ben aperti: Padre Flynn accortosi di ciò affronta la religiosa… Dov’è la verità?

Shanley si rivela davvero un abile narratore, in questa storia fatta di poche azioni dalle  interpretazioni antitetiche.
Bravissimi gli interpreti principali, entrambi candidati all’Oscar per questa prova: Philip Seymour Hoffman, che dimostra ancora una volta il suo talento e la sua versatilità, e la grandissima Meryl Streep, sempre all’altezza. Bellissima la scena in cui i due si affrontano (uno scontro tra titani). Inoltre molto brava anche Amy Adams, candidata anche lei, (così come Viola Davis , nel ruolo della madre di Donald Miller). Sorella James è candida, ingenua, ama la sua classe e appoggia le idee innovative di padre Flynn. I suoi dubbi sono gli stessi dubbi vissuti dallo spettatore.

In definitiva una pellicola avvincente, lasciata alla libera interpretazione dello spettatore .

Conclusione: Da vedere.

Voto: 8

Annunci

Responses

  1. Intrigante! Cercherò di andarlo a vedere anche se l’idea del finale aperto mi lascia sempre perplessa.

  2. Film ambientato nel 1964. La vicenda si svolge in un colleggio, il St Nicholas. Protagonisti di questa storia sono Meryl Streep nei panni di una suora che dirige il colleggio, sorella Aloysius Beauvieu e padre Flynn, interpretato da Philip Seymour Hoffman. I due hanno una personaita molto diversa, diciamo pure che uno è tutto l’opposto dell’altro. Soressa Aloysius, infatti, è una suora vecchio stampo che tiene il suo colleggio in un modo molto rigido, ad esempio tenendo ben lontano i maschi dalle femmine, punendoli in ogni piccolo sgarro ed evitando ogni cosa che può sembrare superflua alla vita quotidiana.
    Padre Flynn è tutto il contrario, almeno apparentemente è una persona buona, comprensiva, che cerca di aiutare il più possibile i ragazzi che sembrano avere bbisogno di maggior aiuto e prende a cuore soprattutto la storia dell’unico ragazzino di colore presente nel colleggio e che viene spesso sbeffeggiato dai suoi compagni a causa del colore della sua pelle.
    Tutto, però, cambia, un giorno in cui Sorella James, una delle sorelle/insegnanti più giovani,ingenua e candida del colleggio, nota che il bambino, dopo essere stato convocato in canonica da padre Flynn, ha un atteggiamento strano e ha l’alito che gli puzza di alcool. Tra l’altro un giorno sorella James scopre padre Flynn mentre nasconde in un armadietto la camicia del ragazzino. Decide, allora, di parlarne con sorella Aloysius. Questa, caparbia e convinta di avere ragione sul fatto che padre Flynn possa nascondere qualcosa di turpe, deciderà di indagare fino in fondo e, pur di riuscire ad avere ragione, userà l’inganno fino a che non riesce a mandare via padre Flynn dalla parrocchia. Ma alla fine chi aveva ragione, quindi, visto che la madre superiora ha usato l’inganno per scacciare il parroco che a lei non piaceva per i suoi modi di fare moderni?
    Il dubbio rimane fino alla fine. La pellicola è girata in un modo eccezionale, non ti lascia annoiare e il cast è eccezionale. veramente da guardare!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: