Pubblicato da: silviasettevendemie | gennaio 9, 2009

Come un uragano

Titolo originale: Nights in Rodanthe

Regia: George C. Wolfe

Cast: Diane Lane, Richard Gere, Christopher Meloni, Viola Davis, Becky Ann Baker, Scott Glenn, Linda Molloy, Pablo Schreiber, Mae Whitman, Charlie Tahan, Carolyn McCormick, Ted Manson, Ato Essandoh, Terri Denise Johnson, Jessica Lucas.

Distribuzione: Warner Bros Italia, USA, 2008

Guarda il trailer

 

Adrienne Willis (Diane Lane), è una casalinga madre di due figli, l’adolescente Amanda (Mae Withman) e il piccolo Danny (Charlie Tahan) e in rotta con il marito traditore  pentito (Christopher Meloni) che vorrebbe tornare con lei. La donna decide di andare per qualche giorno a sostituire la sua migliore amica Jean (Viola Davis) nella gestione di una locanda nella cittadina balneare di Rodanthe, nella Carolina del Nord.  Unico ospite della locanda è il dott. Paul Flanner (Richard Gere). Costretti ad una coabitazione forzata a causa di un violento uragano,  i due  inizieranno a confidarsi  scoprendo quanto entrambi siano accomunati dall’insoddisfazione per le reciproche esistenze. A poco a poco l’attrazione diventa più forte e Adrienne e Paul si abbandonano ad un amore struggente e appassionato che lascerà per sempre il segno nelle loro vite.

Richard Gere e Diane Lane si titrovano insieme per la terza volta, dopo Cotton Club e la passione travolgente di Unfaithful-L’amore infedele, in questa pellicola tratta dall’omonimo romanzo di Nicholas Sparks.
La chimica tra i due attori c’è ed è evidente sin dalla prima scena che li vede insieme.
Interessante il tema dell’amore in età matura, a dimostrazione che non è mai troppo tardi per vivere una passione travolgente come un uragano e che non bisogna mai rinunciare a vivere e a realizzare i propri sogni.

Peccato che le note positive putroppo si fermino qui.
Passiamo alle note negative: trama scontatissima e oserei dire anche un po’ banalotta, con una donna matura in crisi che si reca a riflettere in un luogo isolato lontano salla famiglia, che guarda caso è una locanda isolata su una spiaggia selvaggia- location romantica per eccellenza- e deve servire un unico ospite, che casualmente è un medico super-affascinate e in crisi anche lui (fantascienza!!!!!!! ). Aggiungi un uragano fortissimo e i due che restano isolati nella suddetta locanda… Si intuisce fin da subito cosa accadrà e  anche come finirà la storia, in chiaro stile Sparks (non aggiungo altro…).
La colpa di tutto ciò è da dividere tra Sparks, il cui romanzo non è sicuramente tra i suoi migliori, e i due sceneggiatori, John Romano e Ann Peacock, decisamente poco ispirati.
Il film è diretto dal’esordiente George C. Wolfe, e si vede, il che non aiuta la già debole sceneggiatura.
Davvero uno spreco utilizzare la coppia Gere/Lane, che insieme funziona così bene, in questo film così mediocre.

In definitiva una pellicola destinata agli inguaribili e irriducibili romantici dalla lacrima facile, che non si fermeranno davanti ai limiti evidenti della pellicola.

Conclusione: Da evitare.

Voto: 5

Annunci

Responses

  1. Eccoti il commento di una,purtroppo,inguaribile romantica:io ho adorato questo film nonostante,devo ammettere,la trama un pò troppo scontata e che ricorda altri film come “P.S.I love you” per il fatto delle lettere e “I ponti di Madison County” x la storia d’amore travolgente e passionale in tarda età.Le lacrime sono assicurate.Nonostante tutto questo déjà vue io do un bell’8 a questo film anche x la bellissima e romantica ambientazione.

    • Chissà perché, ma mi aspettavo che ti sarebbe piaciuto… Ke intuito!!!!:-)
      Io salverei solo la performance di Richard Gere e di Diane Lane.. E poi Nicholas Sparks ha scritto romanzi migliori, in primis ” Le parole che non ti ho detto” che è riuscito a far piangere anche una “dura” come me…:-)
      Non voglio accanirmi, anche perché ci sono film decisamente peggiori e purtroppo alcuni li ho anche recensiti…:-) Bacini e grazie per il commento!!!!

  2. Loro due devo ammettere che hanno recitato la parte egregiamente!Sono fantastici!Io adoro Nicholas Sparks.”le parole che nn ti ho detto” è meraviglioso,sia il libro che il film:è veramente commuovente e,credimi,non sei una dura ;-)Grazie a te x il tuo consiglio da me veramente apprezzato! Adoro leggere le tue recensioni 🙂

  3. […] pensare a Le parole che non ti ho detto, I passi dell’amore, Le pagine della nostra vita, Come un uragano, solo per citarne alcuni). Dear John (il cui omonimo romanzo è stato tradotto in Italia con il […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: