Pubblicato da: silviasettevendemie | dicembre 7, 2008

Davanti agli occhi

Titolo originale: The Life Before Her Eyes

Regia: Vadim Perelman

Cast: Uma Thurman, Evan Rachel Wood, Eva Amurri, Gabrielle Brennan, Brett Cullen, Oscar Isaac, Jack Gilpin, Maggie Lacey, John Magaro, Lynn Cohen, Nathalie Paulding, Molly Price, Oliver Solomon, Isabel Keating

Distribuzione: Mediafilm, USA, 2007

Guarda il trailer

Briar Hill, Connecticut. Diana (Evan Rachel Wood) e Maureen (Eva Amurri) sono due amiche inseparabili. La prima è ribelle e trasgressiva, la seconda timida e seria. In un giorno come tanti le due ragazze entrano nel bagno della loro scuola prima dell’inizio della lezione. All’improvviso sentono strani rumori, urla, spari… Sono terrorizzate…La porta del bagno si apre e appare Michael (John Magaro), un loro compagno di classe, armato di mitra. Le due ragazze piangendo lo pregano affinché le risparmi, ma Michael ha in mente un gioco crudele e terribile: ucciderà solo una delle due e salverà l’altra ma saranno loro a decidere chi vivrà e chi morirà.
Quindici anni dopo troviamo una Diana cresciuta (Uma Thurman), insegnante di storia dell’arte, moglie di un professore del college, (Brett Cullen) e madre di Emma (Gabrielle Brennan), una bella bambina bionda vivace e ribelle come era lei in passato.
Tuttavia, le immagini di quel tragico giorno non hanno mai abbandonato la sua mente, anzi, in occasione dell’anniversario della strage, tornano a farsi sentire prepotentemente… Inizia così un alternarsi continuo di presente e passato alla scoperta di cosa è successo veramente nel bagno della scuola e di cosa si nasconde dietro la vita apparentemente perfetta che Diana si è creata…

 

Molto interessante questa pellicola diretta dal Vadim Perelman, regista del bellissimo La casa di sabbia e di nebbia, e tratta dal romanzo della poetessa americana prestata alla prosa Laura Kasischke.
Il film inizia come un tipico teen movie: Diana e Maureen, due amiche molto diverse tra loro ma molto legate,  parlano di ragazzi e del proprio futuro e si recano nel bagno della scuola prima dell’inizio delle lezioni a rifarsi il trucco. All’improvviso l’inferno: Michael, un loro compagno di classe solitario e disadattato, fa irruzione nella scuola armato di mitra e fa una strage: professori, studenti…Poi fa irruzione nel bagno e invita le due ragazze a scegliere chi di loro debba morire e chi debba salvarsi.
Improvvisamente ci ritroviamo 15 anni più tardi, con Diana cresciuta e realizzata: ha una famiglia, un bel lavoro, un marito che la ama e una bella bambina. Ma l’anniversario della strage si avvicina e i fantasmi del passato tornano ad assillarla, portandola inizialmente a ricordi della sua amicizia con Maureen e della sua vita di adolescente ribelle e successivamente a vere e proprie sovrapposizioni dei flashback alla vita reale, procurandole confusione e nervosismo. Anche la sua famiglia perfetta sembra sfaldarsi piano piano e mostrare un lato nascosto e oscuro.
Ma cosa è successo realmente in quel bagno? Questa è la domanda che lo spettatore si pone per tutta la pellicola. La realtà non è mai come sembra e questa storia non fa eccezione…

Bella storia, molto intensa, con un finale inatteso e ottima prova del cast, prettamente femminile: Uma Thurman è molto convincente nei panni di questa donna ossessionata dal passato, Evan Rachel Wood è perfetta nel ruolo della teenager ribelle e trasgressiva (come non ricordare la sua memorabile performance nello scandaloso Thirteen?), Eva Amurri, figlia di Susan Sarandon e del regista italiano Franco Amurri, è la perfetta incarnazione della  brava ragazza, timida e seria, e la piccola Gabrielle Brennan non sfigura affatto, nonostante la giovanissima età.

In definitiva, una delicata riflessione sulla vita, sul destino, sul peso del passato che torna a farsi sentire e che condiziona il presente, inserita nella dimensione del “What if” con continui salti temporali legati da un sottile filo di Arianna apparentemente invisibile  allo spettatore, che per comprendere dovrà andare oltre l’apparenza.

Conclusione: Consigliatissimo.

Voto: 8

Annunci

Responses

  1. Questo film è una pellicola prettamente al femminile.vede come protagonista la bravissima Uma Thurman. il film è un continuo alternarsi tra passato e presente.Uma (nel film Diana) è felicemente sposata, almeno in apparenza, e con una bella bambina. Vive,però, con la continua paura del passato. Da ragazzina, infatti,ha vissuto una terribile esperienza.In una giornata come tante a scuola, entra in bagno con la sua migliore amica, Maureen (Eva Amurri)per truccarsi e parlare delle loro vite future…sentono,xò,provenire dei rumori inquietanti da una porta chiusa.La porta si apre lasciando davanti ai loro occhi una terribile visione.il loro professore di biologia è stato ucciso da un ragazzo, un loro compagno di scuola che evidentemente aveva seri problemi di integrazione. in tutto il film si alternano immagini tra passato e presente.il ricordo di questo tragico evento è ravvivato dalla ricorrenza della tragedia presso la sua vecchia scuola. Il finale è un grande punto interrogativo.In realtà il film lascia il dubbio:Diana è morta nel bagno della scuola, o ha vissuto la sua vita cercando,a quanto pare inutilmente, di dimenticare quel terribile evento della sua infanzia?Tutto il film scorre con una tensione sempre crescente, grazie anche a questo alternarsi tra presente e passato.I colori vivaci con cui sono disegnate alcune scene sembrano voler maggiormente sttolineare questo senso del passato,come un’esperienza da sogno.Insomma, bisogna guardare sempre al di là dell’apparenza,ma anche:la realtà può avere più di un’interpretazione…buona visione!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: