Pubblicato da: silviasettevendemie | novembre 6, 2008

Giù al nord

Titolo originale: Bienvenue chez les Ch’tis

Regia: Dany Boon

Cast: Kad Merad, Dany Boon, Michel Galabru, Line Renaud, Zoé Félix, Philippe Duquesne, Zinedine Soualem, Stéphane Freiss, Guy Lecluyse, Anne Marivin, Patrick Bosso, Jérôme Commandeur

Distribuzione: Medusa, Francia, 2007

Guarda il trailer

Philippe Abrams (Kad Merad) è il direttore dell’ufficio postale di Salon-de-Provence, ma ha una moglie depressa (Zoé Félix)  e vorrebbe trasferirsi con lei sulla Costa Azzurra. Tuttavia ottenere il trasferimento in questa zona è molto difficile, così l’uomo organizza una truffa che però viene scoperta. Per punizione sarà trasferito per due anni nel temutissimo Nord della Francia, nella città di Bergues nel Nord-Passo-di-Calais. L’uomo è disperato soprattutto a causa dei problemi di comunicazione, poiché nella zona si parla uno stranissimo e incomprensibile dialetto, lo ch’timi. Tuttavia durante il soggiorno forzato avrà modo di ricredersi sui numerosi pregiudizi e leggende metropolitane che riguardano il “nord”.

Molto interessante questa pellicola diretta e recitata da Dany Boon, che in Francia ha battuto ogni record al botteghino, superando persino Titanic. Il tema centrale è il pregiudizio, in particolare il pregiudizio verso una regione poco nota della Francia del nord, il Nord-Passo-di-Calais, che è considerata dai francesi fredda, inospitale, abitata da gente rozza, arretrata, e dal dialetto incomprensibile, lo ch’timi appunto.
Detto ciò, immaginate la reazione di un povero diavolo che viene trasferito per due anni in questo luogo dimenticato da Dio…

La comicità nasce proprio dai preconcetti e dai preparativi per il viaggio da una parte e dall’incontro-scontro con la realtà dall’altra.
Tuttavia c’è un ma e riguarda proprio la possibilità di “fruibilità“, di “godimento” del film da parte di un pubblico non francofono, perché a mio avviso con il doppiaggio italiano si perde tutta la parte giocata sulle incomprensioni e doppi sensi linguistici.
Lo ch’timi diventa in italiano un idioma che deforma le parole della “lingua ufficiale”, presenta dei suoni particolari e si serve di termini insoliti come “sbavazzare” per “farneticare” o “dire un che” per “avvisare di qualcosa”.

A mio avviso in questo modo si perdono in pratica l’essenza del film, le sue sfumature, resta solo la divertente storia di un trasferimento coatto in un luogo sconosciuto, quindi personalmente io avrei optato per una distribuzione solo nei Paesi francofoni, anche perché anche una visione della pellicola originale sottotitolata non risolverebbe il problema.
In questa pellicola una delle protagoniste è proprio la lingua, o meglio un suo dialetto, lo ch’timi appunto, la cui comicità nel contesto si evince solo dal confronto con il francese.

Quindi in definitiva una pellicola molto piacevole, con una bella storia e con un messaggio importante contro i pregiudizi culturali, ma con il limite evidente della resa in italiano.

Conclusione: Da vedere ( tenendo conto del succitato limite) per la storia divertente.

Voto: Mi riservo di dare un voto al film non appena avrò l’occasione di vederlo in lingua originale.

Annunci

Responses

  1. […] Valérie Lemercier e Kad Mérad (divertentissimo protagonista tra l’altro della commedia Giù al Nord) nei panni dei genitori di […]

  2. […] Miniero dirige questo remake made in Italy della commedia del 2007 campione di incassi in Francia, Giù al Nord, ( in patria ha incassato circa 120 milioni di euro).  Benvenuti al Sud è una commedia bonaria […]

  3. […] dal protagonista Dany Boon, regista nonché attore nella pellicola campione di incassi in Francia, Giù al Nord ( il cui remake italiano, Benvenuti  al  Sud sta facendo incassi record anche da noi), intenso, […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: