Pubblicato da: silviasettevendemie | ottobre 13, 2008

No Problem

Titiolo originale: No Problem

Regia: Vincenzo Salemme

Cast: Vincenzo Salemme, Giorgio Panariello,Sergio Rubini, Iaia Forte, Aylin Prandi, Cecilia Capriotti, Leonardo Bertuccelli, Giulio Maria Furente

Distribuzione: Medusa, Italia 2008

Guarda il trailer

 

 

Arturo Cremisi (Vincenzo Salemme) è l’attore protagonista della soap opera “Un bambino a metà”, nella quale è costretto a dividere la scena con un baby attore, Federico (Giulio Maria Furente), che fa di tutto per indispettirlo e per metterlo in difficoltà, approfittando delle “amicizie importanti”di sua madre (Iaia Forte). La vita e la carriera di Arturo subiscono una svolta quando agli studi televisivi arriva Mirko (Leonardo Bertuccelli), un bambino che ha da poco perso il padre e che si è convinto che lui sia il suo vero padre, confondendo la realtà con la finzione televisiva. L’agente di Arturo, Enrico Pignataro (Sergio Rubini), uomo egoista, affarista e in perenne lotta con la lingua italiana, vede in questo fatto la possibilità di rilanciare la carriera del suo assistito. Tuttavia gli imprevisti e le sorprese saranno moltissimi…

Finalmente una bella commedia all’ italiana, ben fatta, divertente, priva di quelle volgarità e di quelle battute sboccacciate che caratterizzano i classici “cinepanettoni” che tra poco invaderanno le nostre sale.
Si vede che dietro c’è la mano di un grande attore comico ormai molto abile anche nella regia, come Vincenzo Salemme, che fa sorridere con delicatezza ironizzando sul mondo della tv, delle soap opera, delle rivalità per un primo piano o per una battuta in più nel copione, un mondo nel quale non viene premiato più il talento ma sono il gossip e i dati Auditel a decretare il successo.

Salemme sceglie due coprotagonisti di eccezione: Sergio Rubini, davvero esilarante nel ruolo dell’agente avido e che giustifica i suoi “strafalcioni linguistici” dicendo di aver studiato alla “scuola americana”, e un Panariello divertentissimo nel ruolo dello zio di Mirko, un uomo affetto da vari disturbi psichici.
Inoltre come non parlare di Iaia Forte nel ruolo della madre del baby attore Federico (Giulio Maria Furente, il Sandrino Ferri di Un posto al sole), disposta a tutto per il successo del suo bambino, anche ad azioni meschine, e la grandissima Anna Proclemer nel ruolo della madre di Arturo, scontenta della carriera di suo figlio e in perenne contrasto con il domestico straniero.
Infine molto bello il cameo di Oreste Lionello e Gisella Sofio.

In definitiva la storia è ben descritta, i personaggi ben delineati, dall’impronta teatrale, alla regia e sullo schermo c’è un professionista esperto, accompagnato da un cast all’altezza.

Conclusione: Da vedere, perché la commedia all’ italiana è ancora viva e può essere rappresentata da buoni prodotti come questo e non solo dai film fotocopia di basso livello che ci tocca vedere nelle sale a Natale…

Voto: 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: