Pubblicato da: silviasettevendemie | aprile 19, 2008

Gone Baby Gone

Titolo originale: Gone Baby Gone

Regia: Ben Affleck

Cast: Casey Affleck, Michelle Monaghan, Morgan Freeman, Ed Harris, John Ashton, Amy Ryan, Amy Madigan, Titus Welliver, Madeline O’Brien

Distribuzione: Buena Vista, USA 2007

Guarda il trailer

Patrick Kenzie (Casey Affleck) è un investigatore privato di Boston che lavora insieme alla sua ragazza, Angie Gennaro (Michelle Monaghan). Un giorno Amanda McCready (Madeline O’Brien), una bimba di 4 anni, residente in un quartiere malfamato della città, scompare misteriosamente e i due giovani investigatori vengono contattati dagli zii della piccola che li incaricano di indagare. I due saranno affiancati nelle loro ricerche da due poliziotti in base agli ordini di Jack Doyle (Morgan Freeman), capo della polizia locale. Le indagini porteranno alla luce tristi realtà, e metteranno i due investigatori di fronte a una terribile decisione…

Michelle Monaghan, Casey Affleck

La pellicola è tratta dall’omonimo romanzo (tradotto in Italia con il titolo La casa buia) di Dennis Lehane, uno dei nuovi maestri del thriller,  l’autore di Mystic River, da cui Clint Eastwood ha tratto l’omonimo film vincitore di 2 premi Oscar e di un Golden Globe.

Trasporre cinematograficamente questa storia è sicuramente difficile, ma Ben Affleck, attore e sceneggiatore alla sua prima regia, decide di rischiare e fa bene, portando sullo schermo un thriller innovativo e fuori dagli schemi. I due detective (protagonisti di 4 romanzi di Lehane), si trovano di fronte a un pozzo senza fondo fatto di violenza, droga, assassini, con una madre tossicodipendente e corriere della droga, uno zio ex alcolista, una zia invadente e preoccupate per la nipotina. In tutto ciò c’è solo un’unica vittima: la povera Amanda, di cui si sono perse le tracce… Il capo della polizia locale Jack Doyle è deciso a tutto pur di ritrovare la bambina, anche a causa di un fatto doloroso legato al suo passato. L’uomo mal sopporta la partecipazione dei due investigatori alle indagini e per evitare che i due siano di intralcio, affianca loro due poliziotti (Ed Harris e John Ashton).

John Ashton, Amy Ryan, Ed Harris

L’attore e neoregista  si dimostra maturo nella direzione e abile nella scrittura della sceneggiatura (realizzata insieme ad Aaron Stockard) così come nella scelta del cast, scegliendo come protagonista il fratello minore e meno noto Casey, che regala umanità, dubbi e incertezze a Patrick Kenzie, il perno etico e morale di tutta la faccenda,  e affiancandogli un cast di rilievo nel quale spiccano Morgan Freeman, sempre versatile e all’altezza delle aspettative, Ed Harris, poliziotto ambiguo e dai modi poco diplomatici e soprattutto una bravissima e intensa Amy Ryan, nei panni della madre distratta, tossicodipendente e inaffidabile di Amanda.

Morgan Freeman, Casey Affleck, Michelle Monaghan

Le tragiche affinità di questa storia con la vicenda della piccola Madeleine McCann (bimba inglese scomparsa in Portogallo, della cui sparizione sono sospettati i genitori) ha creato non pochi problemi alla pellicola, la cui uscita in Italia è stata ritardata al 4 aprile scorso, mentre in Gran Bretagna è ancora incerta (anche se sarebbe prevista a giugno).

Conclusione: Consigliato, per riflettere.

Voto: 7

Annunci

Responses

  1. […] pieno di colpi di scena,  tratto dal’omonimo romanzo  di DennisLehane (il cui romanzo Gone Baby Gone era stato trasporto cinematograficamente nel 2007)  con un cast stellare capitanato da un […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: