Pubblicato da: silviasettevendemie | gennaio 3, 2008

Leoni per agnelli

Titolo originale: Lions for lambs  

Regia: Robert Redford 

Cast: Robert Redford, Tom Cruise, Meryl Streep,
Michael Peña, Derek Luke, Andrew Garfield, Peter Berg

Distribuzione: 20th Century Fox, USA 2007

Guarda il trailer

La pellicola narra in un’unica giornata lo svolgimento di tre storie parallele, (ma forse sarebbe meglio dire tre faccia a faccia) che ruotano tutte attorno ad un unico tema: la guerra al terrorismo in Iraq e in Afganistan.

La prima storia riguarda il rapporto tra giornalismo e politica e ha per protagonisti il senatore repubblicano Jasper Irving, ( interpretato da Tom Cruise) enfant terrible della politica, che rilascia un’ intervista “a ruota libera” di un’ora alla giornalista Janine Roth, (Meryl Streep) per pubblicizzare l’ennesimo cambio di strategia militare in Afganistan e chiedendo di fatto l’aiuto dei media per pubblicizzarlo e per farlo passare come una mossa vincente in modo da “giustificare” le perdite umane che sicuramente ne conseguiranno.

La seconda storia riguarda la presenza delle minoranze etniche nelle truppe Usa inviate combattere e il loro convincimento di essere nel giusto e ha per protagonisti due rangers dell’esercito americano,  un ragazzo di colore e un messicano, che sono rimasti isolati e assediati dai telebani in una zona montagnosa dell’Afganistan  proprio all’inizio della nuova strategia lanciata da Irving.

La terza storia è ambientata alla West Coast University e riguarda il ruolo, infine, che i giovani possono, dovrebbero, debbono rivestire nella coscienza collettiva della stessa America: i protagonisti sono il professor Malley (interpretato da Robert Redford) e Todd, un suo allievo ribelle, ma ricco di potenzialità.

Il film è permeato dall’orientamento liberal di Robert Redford, alla sua settima regia e alle prese con un ruolo difficile, impegnato, quello di un vecchio professore che ha vissuto esperienze importanti e decisive come la guerra in Vietnam e la successiva campagna pacifista, che vuole incitare e guidare  le nuove leve ad essere coscienti del loro ruolo politico, a far sentire la propria voce.

Cast a dir poco stellare con un Tom Cruise in grande spolvero,  in versione “viscida” e luciferina, ma con la faccia da bravo ragazzo e il sorriso (falso) sempre stampato sulle labbra e una Meryl Streep giornalista d’esperienza combattuta tra ciò in cui crede realmente, ossia il giornalismo vero, il giornalismo puro, e le rigide leggi di mercato che dominano ormai i media.

Sicuramente tra i tre episodi della pellicola il più interessante è sicuramente il primo, non solo per i protagonisti, magnifici,  ma anche per gli argomenti affrontati durante l’intervista e per la dimostrazione di come la politica manovri spudoratamente l’informazione per i propri scopi.

“Voi avete già venduto la guerra. Ora vi chiediamo di vendere la soluzione”: questo è ciò che il senatore Irving vuole dai media.

Le altre due storie narrate sono decisamente più deboli e forse troppo cariche di retorica.

Tuttavia si tratta di un film che invita a riflettere su numerosi temi “caldi” legati alla guerra al terrore, ai leoni– soldati americani che, come carne da macello, sono mandati a morire dagli agnelli della politica per una causa che, a distanza di 6 anni, non si sa più quale sia…

Conclusione: Decisamente consigliato.

Voto: 7.5 ( nonostante alcuni limiti evidenti) per gli spunti di riflessione offerti e per le interpretazioni magistrali.

Annunci

Responses

  1. […] la giornalista appassionata e combattuta tra l’amore per la verità e le leggi di mercato in Leoni per agnelli ) anche se aveva già dato prova delle sue doti comiche in altre occasioni, come ne La morte ti […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: